mercoledì 7 dicembre 2016

Torta Fredda Allo Yogurt

Torta Fredda Allo Yogurt

Ingredenti per 8 persone

4 vasetti di yogurt bianco da 125 gr
8 gr di colla di pesce
90 gr di zucchero
100 gr di burro
250 gr di biscotti secchi
500 gr di ricotta

Per la decorazione:
granella di pistacchi
ribes

Preparazione

Iniziate con il preparare la base: frullate i biscotti con il minipimer oppure pestateli finemente con un mortaio o, più semplicemente, mettendoli dentro a uno strofinaccio.

Fate sciogliere il burro e amalgamatelo alla polvere di biscotto. Se volete potete diminuire un pò il burro e aggiungerci il corrispettivo in latte tiepido (es. 50 g di burro e 20 g di latte). In questa ricetta è stato utilizzato il burro di cacao della Venchi, che ha come caratteristica principale quella di avere un basso contenuto di colesterolo.

Foderate il fondo e i lati di una tortiera con la cerniera con della carta da forno. Per farla aderire meglio potete anche imburrarla e ottenere un risultato migliore. Le dosi di questa ricetta vanno bene per una tortiera da 22 cm di diametro, se avete una tortiera più grande aumentatele proporzionalmente.

Mettete i biscotti sbriciolati e amalgamati col burro sul fondo della tortiera premendo bene con un cucchiaio o le dita per creare uno strato “solido”. Mettete il tutto in frigorifero per una decina di minuti.

Preparate intanto la crema. In una ciotola sbattete lo yogurt con lo zucchero e aggiungeteci poi, pian piano, la ricotta precedentemente setacciata e fatta scolare. Amalgamate per bene il composto.

Fate ammollare la gelatina, strizzatela e fatela sciogliere dolcemente in un pentolino senza aggiungere altro liquido. Fatela raffreddare e aggiungete il composto di yogurt e ricotta gradualmente alla gelatina.

Versate la crema sulla base di biscotto e rimettete in frigorifero per almeno 5 ore, affinchè la crema si solidifichi.

Prima di servire aprite la cerniera della tortiera e con cura mettete la torta su di un piatto da portata.

Decorate la superficie della torta con granella di pistacchi e ribes.

0 comentarios:

Posta un commento